Un blog anche per me: perchè ho scelto di farlo ?

Pubblicato: 27 gennaio 2013 in Franchising e sistemi a rete

Questa è sicuramente un’ottima domanda. I motivi per aprire un blog possono essere numerosi e tra i più differenti.
E’ noto a tutti che il blog è una delle formule di comunicazione più gettonate, anche in ambito aziendale, dove viene utilizzato come strumenti di interazione tra cliente-operatore, utente-azienda.
Ma questo motivo, seppur condivisibile, non mi è proprio, non lo sento totalmente mio e, infatti, fino ad oggi non l’ho considerato motivo sufficiente per attivare “il mio blog”.
Avrò sbagliato ? Si, no, forse, non lo so. Ma gli sbagli sono utili, se fatti, e graditi, se non fatti.
Diciamo che, con l’aumentare degli strumenti di comunicazione attiva e passiva (email, siti web, profili dei social network con i loro “gruppi”, le “pagine”, le note, i link, le foto, ecc.) è come se la tua casa diventasse più grande e tu aggiungessi stanze per ospitare i tuoi contatti, i tuoi amici, i tuoi vicini.
Vero, tutto virtuale, ma è anche vero che con la volontà dal contatto virtuale si può passare al contatto reale, allo scambio personale e professionale.
Quindi, io intendo il blog un’altra stanza per stare insieme a chi vuol stare insieme a me.
E’ un luogo di incontro virtuale (un “caffè tecnologico” o una “sala da thé virtuale”) ed è mia volontà che sia “specializzato” su un argomento molto specifico in quanto di straordinaria attualità, di grande importanza per il futuro, ma ancora molto, molto sconosciuto: il franchising ed i sistemi di distribuzione a rete.
Perchè ? Perchè sono gli unici sistemi che al momento riescono a fornirci una visione ottimistica in termini economici. Avremo modo di affrontare tale aspetto.
Vi è poi un altro motivo che mi ha portato ad attendere alla predisposizione di un blog.
Il motivo è legato alla polemica tra giornalisti e bloggers. Non entro nella polemica, per me le opinioni altrui (giornalisti e non) sono sacrosante e libere di essere espresse.
La vera questione è il come si esprimono e come si utilizzano tali opinioni.
In ogni caso, per mia estrazione e percorso professionale, per coerenza di tutto il percorso di vita, prima di attivare un blog ho preferito assumere la qualifica di Giornalista Pubblicista e dover rendere conto al relativo Codice Deontologico. Da molti anni produco interventi editoriali di varia natura, ma sempre sotto l’attento “occhio” e controllo di un editore, di un direttore, di un giornalista. Era ed è ancora giusto e corretto. Quindi, tutto ciò in coerenza e continuità di quanto faccio ed ho fatto dal 1988. Da quando mi sono iscritto all’Albo dei Commercialisti e, pertanto, con obbligo di rispettare il Codice Deontologico di tale categoria professionale, pur considerando che, anche per questa categoria, molte delle attività svolte sono “liberamente esercitabili da chiunque” non sia iscritto all’Albo.
Il blog non rappresenta e non deve rappresentare solo il mio pensiero. Deve essere di stimolo per discussioni, approfondimenti e reciproci arricchimenti. Sono quindi benvenuti suggerimenti e critiche.
Bene, a questo punto sono pronto ad ospitarvi.
Grazie

Annunci
commenti
  1. Marco Gammanossi ha detto:

    Complimenti dal cuore e auguri ..sapevo che eri un grande .. Marco

  2. […] uscì il primo intervento che non era un vero e proprio articolo, ma, come diceva il titolo, “Un blog anche per me: perchè ho scelto di farlo ?“, esponeva e, ovviamente, ancora espone i motivi dell’apertura del blog, ma, da non […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...