L’evento in programma per il prossimo 5 ottobre a Ferrara richiede una opportuna riflessione

Franchising vincenti – Idea, creazione e sviluppo per una rete di successo” è il titolo della Tavola Rotonda che andrò a moderare il prossimo lunedì 5 ottobre a Ferrara e alla quale seguiranno le cerimonie dell’evento IREF ITALIA PRAEMIA.

Una grande opportunità di aggiornamento ad alta qualità organizzato da IREF Italia in collaborazione dell’ANCommercialisti, AZ Franchising, Bureau Veritas, JobAdvisor e Informagiovani.fe (Comune di Ferrara) ed un’importante manifestazione motivazionale sostanzialmente inedita nella sua formula.

Duplice lo scopo che mi sono posto con questo intervento:

  1. fornire la mia idea di “Franchising vincenti” predisponendo un elenco di articoli qui pubblicati che consentano di avere una visione di ciò che, a mio parere, è utile e non utile per essere “Franchising vincenti”;
  2. riflettere su quali sono le caratteristiche dell’evento motivazionale di IREF Italia che lo rende importante, inedito e assolutamente da non sottovalutare per una rete commerciale.

Opportuno premettere che quanto segue può essere considerata una analisi di parte, visto il ruolo di Presidente Promotore e Fondatore di IREF Italia, il ruolo di giornalista per AZ Franchising e soggetto aderente all’ANCommercialisti, ma credo che proprio quanto segue potrà effettivamente far comprendere l’effettiva valenza del contenuto rispetto agli obiettivi di questo intervento, tra l’altro, per il primo punto, richiamando “solo” articoli già pubblicati in “periodi non sospetti”. Per il secondo punto, probabile che ci sia una punta di soddisfazione per aver contribuito alla creazione e allo svolgimento dell’evento motivazionale, si, può essere, ma operare con buona fede e con obiettivi non personalistici cercando di creare vantaggi e valorizzazione di terzi soggetti è e dovrebbe essere il vero modus operandi dei consulenti dotati di quella professionalità rivolta al mero interesse del cliente e, in tal senso, ritengo che tali caratteristiche ci siano tutte. Se chi leggerà non sarà convinto di questo, pur dispiaciuto, non potrà da me ricevere altra assicurazione se non quanto appena esposto, pazienza.

Partiamo dal primo punto, che non richiede una così dettagliata illustrazione. Infatti, a mio parere, il percorso verso lo status di “Franchising vincente” non può che tener conto di quanto riportato in questi articoli:

Una mia “libera” opinione “liberamente” non condivisibile, ma che, in tal caso, vorrei ottenesse anche una motivazione al riguardo.

Passiamo al secondo punto, più articolato e complesso ed estremamente importante.

Intanto, dal sito di IREF Italia, è rilevabile che si tratta di un evento organizzato “per predisporre un effettivo e concreto strumento che realmente consenta di manifestare un espresso riconoscimento:

  • – ai valori “umani” presenti nelle reti commerciali attraverso i contributi che quotidianamente e concretamente donne e uomini apportano per “valorizzare le reti”, qualitativamente e quantitativamente;
  • – ai valori “etici” che l’intero settore delle reti commerciali riceve o ha ricevuto da personalità ed organizzazioni che si sono contraddistinte proprio su tale importante virtù“.

Ritenendo già noti agli operatori del settore i prestigiosi riconoscimenti “Premio Nazionale Valori Iref Italia” e “Riconoscimenti Speciali Iref Italia“, la rinnovata edizione che propone IREF Italia assume importanza in quanto si proietta con più forza verso il concetto di valorizzazione introducendo due importanti riconoscimenti, come l’”Affiliato dell’anno” ed il “Direttore dell’anno“, e un duplice scambio italofrancese, con l'”IREF Tour” ed il “Premio Speciale Fédération IREF“.

Il primo elemento da non sottovalutare è la conferma, per i terzo anno, del Patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico.

Facilmente comprensibile, poi, la valenza dello scambio internazionale italofrancese con sicuri benefici che le reti possono sottoporre all’attenzione ed all’apprezzamento del mercato (valenza esterna). Più articolato si fa il ragionamento sui riconoscimenti dedicati alle “risorse umane” ed alto valore aziendale (valenza interna).

Per l’”Affiliato dell’anno”, nonostante siano presenti altre manifestazioni organizzate da altre organizzazioni, la versione che propone IREF Italia è assolutamente inedita, nel senso che non esiste nel panorama nazionale (e hanno altre caratteristiche quelle presenti a livello internazionale), in quanto non è impostata con una valutazione da parte di soggetti esterni, non ci sono giurie o verificatori o altro di tal natura. Contesto completamente nuovo anche in termini economici, nel senso che, per la partecipazione ad altre manifestazioni, è routine sostenere costi per la partecipazione e, seppur in presenza di specifiche e talvolta illustri giurie, molti partecipanti non sono usciti soddisfatti dalla partecipazione rilevando metodologie e criteri di assegnazioni che, non raramente, li hanno portati a lamentarsi seppur a microfoni spenti. Nell’evento proposto da IREF Italia, la partecipazione è inclusa nella quota di adesione all’Associazione e sono le reti stesse a scegliere l’Affiliato da premiare, incluso il criterio di assegnazione. IREF Italia prepara “semplicemente” un contesto diverso da quello che potrebbe richiedere una assegnazione di tal natura, un contesto meramente interno all’azienda. Invece, si opta per un ambiente associativo anche informale, ma fortemente sostanziale. Gli affilianti sono portati a partecipare non ad una nota e conosciuta convention (sicuramente presente in ogni “famiglia”), ma in un contesto dove possono incontrare altri affiliati di altri marchi, conoscere “colleghi di secondo grado”, confrontarsi, vedere e comprendere le dinamiche anche di altre aziende, ecc.. Ricordo che l’affiliante è spesso chiamato “casa madre” e un affiliato “sente” molto più una riconoscenza data dalla “madre”, come un figlio, rispetto a quella data da soggetti esterni (giurie) e a ciò si aggiunga che questa riconoscenza viene resa in un contesto pubblico e non solo aziendale.

Per il “Direttore dell’anno” ? Credo ci sia poco da illustrare. Questo premio è assegnato unicamente all’interno delle azienda. Non esiste un premio ai direttori che esca dalle stanze aziendali, dalle convention, ecc.. Si tratta di una importantissima figura professionale ad altissimo valore e di estrema importanza alla quale occorre porre attenzione e rispetto. IREF Italia c’ha pensato ed anche questo riconoscimento non comporta alcun esborso per le reti associate partecipanti. Riterrei dovuta una riflessione da parte delle reti commerciali.

In conclusione, penso che quanto sopra dovrebbe comportare e determinare anche un’opportuna riflessione sul tema “associazionismo”. Da Presidente Promotore e Fondatore di IREF Italia, con una certa soddisfazione ho scelto di inserire questo pensiero nei vari documenti di presentazione dell’evento: “Anche fare impresa, assistere l’impresa, gestire e guidare una impresa, ma anche semplicemente “parlare” di impresa, coinvolge profondamente il tessuto morale delle persone e può anche arrivare ad incidere sulle più intime strutture psicologiche delle stesse e chi svolge e assume tali ruoli deve ritenerli anche come spirito di servizio e non solo di potere, ricchezza o ambizione personale“. Si, perchè l’associazionismo non passa solo dal fornire dati statistici sulla crescita del settore, di quante donne, giovani, ecc. entrano nel settore, di come mettersi in evidenza in manifestazioni, di come dare illusione di poter svolgere il lavoro a puro carico delle reti (trovare affiliati), ecc., ecc., ecc..

Il primo dovere è “la costante e continua ricerca della correttezza” da attuare con la consapevolezza della impossibilità di raggiungere la sua perfezione ed il riconoscimento altrui è la migliore soddisfazione per chi quotidianamente è effettivamente e veramente impegnato in tale modus operandi.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...