Dalla collaborazione tra lo Studio Comparini & Russo (Livorno) e lo Studio Legale Marco Siviero (Livorno) giunge la sentenza del Tribunale di Livorno (n.420/2016 del 22.03.2016) che ha dichiarato la risoluzione di un contratto posto in essere tra due parti il cui contenuto prevedeva, sia la cessione di ramo d’azienda, sia l’affiliazione commerciale ad un marchio di ristorazione messicana.

Era la primavera del 2014 quando venni contattato da un mio cliente che, per conto di un suo conoscente, mi dichiarava che tale conoscente “è proprietario di un ristorante messicano e ha sottoscritto un contratto di franchising, ma le cose stanno andando malissimo, credo ci sia qualcosa che non va” e mi chiese assistenza.

Ovviamente, città piccola, conoscevo il locale, il marchio, sapevo che dichiarava di operare in franchising  e, in tempi non sospetti (circa un paio di anni prima), avevo già espresso a terzi il giudizio sul “sistema di franchising” visibile anche dalla sola frequentazione del locale.

Per dirla tutta, avevo anche avuto modo di parlare con i proprietari del marchio fornendo, molto sommessamente, alcuni suggerimenti e indicazioni che avrebbero dovuto innescare in loro maggiori approfondimenti in materia.

Accetto di visionare la documentazione e scopro un “tomo” di contratto che credevo (permettetemi la battuta, fermo rimanendo il totale rispetto professionale per gli autori) fosse redatto da un dj alla prima esperienza, considerato il mix non venuto bene tra due forme contrattuali: cessione di azienda e contemporanea adesione al sistema di franchising.

Non mi ci è voluto molto tempo a non condividere la forma utilizzata dell’unico contratto, ma soprattutto, a  rilevare una forma espositiva delle varie clausole non strutturate per una lettura chiara.

A ciò, si aggiunga anche la presenza di un contenuto sostanziale che, in modo altrettanto palese, non corrispondeva a quanto in corso di rapporto tra le parti e anche l’assenza di elementi essenziali e fondamentali tipicamente presenti nel rapporto di franchising, anche se derivante da un preliminare trasferimento di azienda.

Verificate queste caratteristiche, non era stato necessario molto tempo per comprendere la presenza di “idonee basi” per un contenzioso ed è così che decido di affidare l’individuazione di ulteriori dettagli, le necessarie “leve” legali e la gestione di tale contenzioso allo Studio Legale Marco Siviero.

Senza ombra di dubbio l’impostazione del contenzioso instaurato dallo Studio Siviero, sia nella forma, sia nella sostanza, ha determinato l’impossibilità di una via d’uscita da parte del cedente/franchisor rispetto alla carenza dei suoi adempimenti contrattuali, tanto che, per l’annullamento del contratto tra le parti, il giudice ha praticamente scelto una parte dei motivi addotti dallo Studio Legale e palesemente presenti.

Nella sostanza potremmo sintetizzare in una frase del tipo: “un subentro di proprietà d’azienda con stipula di contratto di franchising non evita gli obblighi del franchisor”.

Infatti, l’inadempimento è stato ritenuto grave dal Tribunale poiché, nel caso in esame, il cessionario/franchisee “decise di stipulare l’atto di cessione e quello di affiliazione proprio in ragione del fatto che l’azienda acquistata, e di cui era già dipendente, sarebbe stata gestita dallo stesso all’interno della rete di distribuzione già avviata dalla convenuta, secondo le strategie dalla stessa approntate, e godendo anche di servizi quali quello di formazione  e di pubblicità dalla medesima affiliante organizzati. Di ciò è conferma anche il contenuto del contratto nella parte relativa al pagamento del prezzo della cessione, il cui come sopra detto, si conviene un pagamento in modalità rateale per ben due anni, per permettere all’attore di godere dei ricavi via via accumulati in ragione della attività aziendale acquistata e la cui produttività non poteva prescindere, come è tipico nell’ambito del franchising, dall’impegno di formazione e di assistenza continua da parte della cd. madre in favore sia dell’attore e che degli altri affiliati”.

Pertanto, afferma il Tribunale che: “l’obbligo della convenuta quale franchisor, non era solo quello di fornire al franchisee l’apposito Manuale Operativo e garantirgli la trasmissione delle relative capacità nella fase iniziale, ma, invero, tali conoscenze devono essere “implementate” e costantemente aggiornate, non solo con lo scopo di rendere costantemente adeguati i servizi offerti allo standard preteso, ma anche allo scopo di uniformare, all’interno della rete di affiliazione, il modus operandi di ogni singolo affiliato e rendere effettiva l’affiliazione e le capacità di rendimento della stessa”.

Quindi, a fronte della mancata dimostrazione da parte della convenuta di aver adempiuto a tali obblighi dopo l’affiliazione, il Tribunale ha dichiarato la risoluzione del contratto di affiliazione tra le parti, nonchè di quello strettamente connesso sul piano causale di cessione del ramo di azienda con conseguente condanna della convenuta al pagamento della somma di €. 31.000.00 già versata dall’attore alla convenuta in forza dei suddetti contratti, oltre interessi legali dalla data del 05.08.14 al saldo.

Ritengo quanto sopra alquanto esplicito e alquanto allarmante per la situazione che non solo io conosco, ma che molti fanno finta di non conoscere.

Buon proseguimento di “vita in franchising” a tutti.

Annunci
commenti
  1. […] intervento qui pubblicato relativo alla Sentenza emessa il 22.03.2016 dal Tribunale di Livorno (“Per il #Franchising il Tribunale di Livorno avvisa: non si sfugge da formazione e assistenza”) con la quale è stato annullato un contratto di franchising contenente anche una cessione di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...