Archivio per la categoria ‘Franchising e sistemi a rete’

– § – FRANCHISING NULLO SE MANCA IL TRASFERIMENTO DEL KNOW-HOW: NE PARLIAMO AD ANCONA – § – 

Dopo la nota Sentenza della Cassazione che, nel franchising, ha considerato essenziale la sperimentazione della formula commerciale prima ancora della presenza e del trasferimento del know-how (tesi confermata dal Tribunale di Bergamo), il Tribunale di Bologna torna a ribadire la prevalente e storica tesi circa l’essenzialità del know-how e del suo necessario trasferimento

E’ ancora l’amico Avv.Giovanni Adamo che “mette a segno” un importante punto a suo favore e che costituisce fondamentale importanza per chi, come chi scrive, opera nella consulenza progettuale al franchising, in termini aziendalistici e giuridico-economici.
Dico subito che, leggendo alcune parti della Sentenza, non mi meraviglio della perdita della causa da parte della parte soccombente, come darò cenno.

In questo contesto non approfondirò il tema, che dedicherò ad un prossimo articolo per AZ Franchising, ma ne riporto di seguito una sintesi, rinviando anche la trattazione ad un prossimo evento seminaristico che si terrà a Ancona il prossimo sabato 25 gennaio 2020, una giornata aperta al pubblico posta all’interno di un programma di un Meeting riservato per le giornate di venerdì e domenica.

Ancona – 25.01.2020

(altro…)

– § – “MAIL BOXES ETC.”, NUOVA BOCCIATURA DAL CONSIGLIO DI STATO: “MBE E’ STATA INGANNEVOLE – § – 

Dopo i gravi provvedimenti per “servizi postali svolti senza autorizzazione”, il Consiglio di Stato conferma l’ingannevolezza precontrattuale rilevata da AGCM e ribalta la Sentenza del Tar del Lazio

Una vicenda che sto seguendo dal 2013 (procedura AGCM iniziata nel 2012) e che, a quanto pare, molti organi di informazione, neanche quelli economici sembrano far emergere, auspicando che questo non sia per una precisa e specifica volontà.

Come avevo annunciato, avrei continuato a seguire da vicino la vicenda (anche per motivi professionali di indiretto coinvolgimento) ritenendola di assoluto interesse e anche di una certa portata “sociale”, considerate le dimensioni della rete di franchising e del numero di affiliati (quindi, imprenditori e famiglie) coinvolti.
Le vicende che vedono, da tempo, protagonista questo importantissimo marchio, da decenni tra i più noti sul mercato nazionale e internazionale del franchising, sono essenzialmente due e ambedue di rilevante portata:

  1. ingannevolezza in merito alle informazioni precontrattuali;
  2. esercizio di servizi postali senza autorizzazione.

Per quanto riguarda il punto 1, la vicenda è stata da me esposta nei seguenti interventi:

Per quanto riguarda il punto 2, la vicenda è stata da me esposta nei seguenti interventi:

L’attuale intervento del Consiglio di Stato, riguarda quanto oggetto del contendere di cui al punto 1 e il risultato finale porta ad un’altra “sconfitta” giuridica dell’importante marchio e che vedremo di seguito.

Però, ci sono alcune domande alle quali non sono in grado di rispondere:

  • Cosa è accaduto agli affiliati, agli imprenditori, alle rispettive famiglie, ecc. in questi sette anni?
  • Ci sono contenziosi in corso?
  • Come sta operando la rete in questo momento?
  • Sta svolgendo (e anche i rispettivi affiliati) i servizi posta con o senza autorizzazione?
  • Perchè non se ne parla di queste vicende considerata l’importanza internazionale del marchio?

Nel frattempo, analizziamo e osserviamo i contenuti dell’ultima Sentenza del Consiglio di Stato.

(altro…)

– § – NUOVA COLLABORAZIONE EDITORIALE DI PRESTIGIO PER DIFFONDERE LA CULTURA DEL “FRANCHISING…& CO.” – § –

Il “Gruppo Eutekne”, punta sulla diffusione della cultura del franchising e delle reti commerciali per la rivista “Società e Contratti, Bilancio e Revisione”. Onorato della scelta di essere l’autore

Il Gruppo Eutekne opera nel settore delle discipline giuridico-economiche.
La qualità e l’affidabilità delle fonti per l’aggiornamento e l’approfondimento sono universalmente riconosciute da tutte le professioni e sono alla base del successo di qualunque professionista.
Eutekne da oltre 30 anni produce i migliori contenuti nel settore delle discipline giuridico-economiche.
Oltre a libri e riviste specializzate, Eutekne mette a disposizione dei professionisti italiani il lavoro dei propri ricercatori attraverso il quotidiano online Eutekne.info (www.eutekne.info) e il servizio di aggiornamento on line Sistema Integrato Eutekne (www.eutekne.it). Tutte le esigenze informative dello studio vengono così soddisfatte in modo semplice e con alta professionalità.
Accanto all’attività editoriale, Eutekne sviluppa numerose iniziative formative sia con l’organizzazione di convegni su tutto il territorio nazionale che attraverso le più moderne tecnologie per l’erogazione di corsi e-learning (www.eutekneformazione.it).

(altro…)

– § – ORIENTARSI NELLA GIUNGLA DI CONSULENZE E FRANCHISING (in Senza Filtro) – § – 

Il mondo delle consulenze al franchising riserva diverse trappole per gli imprenditori che vi si accostano. Ecco le più diffuse e i modi per aggirarle.

Un’analisi del mondo di consulenze e franchising costituisce una vera e propria rarità. Dunque, vediamo alcune caratteristiche di questo mondo.

Il progetto “da progettare”
Presupposto: un progetto di franchising richiede un’attività specialistica e con un’elevata preparazione economico-giuridica. È la prima verifica da fare per chi deve usufruire di un consulente al franchising, attività realizzata con i criteri applicabili dalle e alle professioni ordinistiche.

Adottando un esempio, è paragonabile all’attività professionale di un ingegnere che predispone un progetto per una casa e lo segue, lo coordina e vi apporta modifiche, circondato da tutte le professionalità (e artigianalità) specialistiche tipiche di ogni settore edilizio. Tale attività, inoltre, deve essere svolta in collaborazione con il soggetto “proprietario” del progetto.

Non di meno, per svolgere questa attività un consulente al franchising ha anche la necessità di conoscere argomenti quali marketing, advertising, strategia e sviluppo, immagine, e diversi altri. Lo scopo è coordinarli e monitorarli, adattarli e modellarli al progetto, non eseguirli. Infatti, non di rado, per tali motivi nel settore è possibile individuare sistemi di franchising molto deboli sotto l’aspetto contrattuale, carenti nel rispetto della normativa, privi di codifica del know how, non sperimentati, carenti nell’impostazione documentale.

(altro…)

– § – #FRANCHISING SENZA SPERIMENTAZIONE? NON E’ FRANCHISING – § –

Dopo l’importante Sentenza della Corte di Cassazione, la giurisprudenza inizia a modificare il suo indirizzo

Come ebbi modo di riportare nell’articolo pubblicato sul numero di Agosto/Settembre 2018 di AZ Franchising dal titolo “Franchising e know how, la Cassazione complica“, nel 2018, con la Sentenza n.11256, la Corte di Cassazione ha aperto un varco “inaspettato” da decenni: il know how non è (più) un elemento essenziale del rapporto e del contratto di franchising, ma il tema è molto più complesso.

(altro…)